// Sono Alessandra Gagliano 

Ho bevuto l’elisir della giovinezza, buttato la boccetta, senza leggere la data di scadenza, l’ho trovato in una terra galleggiante a triangolo, fertile di 4 elementi, tra onde di azzurro e polvere d’oro, con un cerchio chiamato sole che illumina i ricercatori della scoperta.

Nata poco fuori dallo Stivale, in un isola chiamata Sicilia, piena di gradi sogni e pochi risultati, ho preparato i bagagli già ad 8 anni ispirata dalle favole, ho fatto il giro del quartiere, dopo un grande salto con l’autobus dopo solo 5 anni ed alla fine sono volata dopo la maturità.

Roma per studiare Digital e Virtual Design poi ci sono rimasta un po’ tra studio e lavoro, poi Milano, Londra, Palermo, Lugano.

Cosa ho fatto? Tante cose.

Adesso? Vivo in montagna, lavoro ed ogni tanto mi capita anche di tatuare.


WHAT I THINK

La mia mente viaggia tra spazi vuoti, punti, linee, forme, figure, macchie, colori e profumi.

Sono un’amante della natura, dipendete dall’arte, mastico tutti i giorni tutto ciò che è visivo in maniera quasi insaziabile.

Spesso faccio a meno della parola, vivo di silenzi, suoni, linee e sensazioni.

Mi piace sperimentare su varie superfici e tecniche.

Ho lavorato nella giungla della città, ho seguito il richiamo della campagna.

Egoista per scelta, con un forte senso di apatia per chi non da valore al tempo, allo spazio ed al valore della vita in tutte le sue forme.

Faccio quello che mi piace, come mi piace, quando voglio.

Sono in continua, silenziosa ricerca.

Credo nell’universo.

Mi ispiro al passato, al presente.

Procrastino il futuro.


ABOUT ME

I was born as Alessandra, I was VirtualEmptyMind, I am Vanilla Beans


WHO I AM

I am a Sicilian Visual Artist Based in Italy

Visual Skills

Paint

85%

Draw

90%

Tattoo

55%

Digital Skills

Graphic

95%

Video

80%

Animation

60%

Vasilij Kandinskij

Sin dal primo momento, la parola ‘composizione’ aveva per me il suono di una preghiera.


Italo Calvino

Alle volte uno si crede incompleto ed è soltanto giovane.


Paul Klee

In questo mondo io sono del tutto incomprensibile. Perché vivo in uguale misura con i morti e con quelli che non sono ancora nati


Luciano De Crescenzo

Al Niente preferisco l’Inferno, se non altro per la conversazione.

VIRTUALEMPTYMIND COPYRIGHT 2019. ALL RIGHTS RESERVED